Durata: 8 ore

Lingua: italiano

Disponibilità: per tutto l’anno da Lunedì a Domenica

Luogo di partenza: direttamente presso l’albergo

Luogo di arrivo: direttamente presso l’albergo

Livello di difficoltà: basso

Tipo di tour: arte e storia, cultura e tradizioni, enogastronomia

Descrizione del tour

Un tour nel centro storico di Lecce (chiamata la Firenze del Sud per lo splendore della sua architettura) per scoprire perché è stata inserita da Lonely Planet nella lista delle prime 10 città da visitare. La visita guidata è un itinerario attraverso la storia di Lecce ed i suoi simboli (chiese, monasteri, palazzi, piazze, castelli): dall’Antica Roma (quanto era chiamata Lupiae) al periodo Barocco.

Il tour della città include i più importanti monumenti: Piazza Sant’Oronzo  Anfiteatro Romano, Teatro Romano, Palazzo Celestini, Basilica di Santa Croce con la sua meravigliosa facciata barocca, l’affascinante Piazza Duomo(una delle poche piazze “chiuse” d’Italia), alcuni palazzi (Carafa, Adorno, Marrese, Palmieri-Guarini, etc.), il Castello Carlo V ed alcune altre interessanti chiese (S. Irene, S. Matteo, S. Chiara, la Greca, etc.), le antiche porte della città(Rudiae, Napoli, S. Biagio).

Durante il tour è possibile fermarsi a visitare deilabolatori artigianali(cartapesta, etc.) e/o degustare un tipico spuntino leccese (un rustico salato, un pasticciotto dolce, un gelato) e/o un caffè in una piccola torrefazione artigianale.

La quota comprende:

– trasferimento in auto privata con autista per mezza / intera (fino a 4 / 8 ore) giornata

– guida turistica professionale in lingua per mezza / intera (fino a 4 / 8 ore) giornata

Non incluso nel prezzo:

– pasti e degustazioni

– eventuali biglietti d’ingresso a musei ed attrazioni: Castello Carlo V, museo archeologico

– tutto quanto non indicato nella voce “la quota comprende”

Alcune idee per cambiare l’itinerario

E’anche possibile estendere o modificare il tour con un pasto in un ristorante tipico; una lezione di cucina; una degustazione di vini, formaggi o altri prodotti tipici; una visita ad attrazioni all’interno o all’esterno del centro storico (per esempio la chiesa di San Niccolo e Cataldo: un meraviglioso esempio di architettura medievale salentina) o nei dintorni (l’area vinicola di Salice Salentino e Guagnano, Galatina chimata l’Assisi del sud, Corigliano con in suo castello, Nardò (ed il suo interessante centro stocio, il vino e l’olio), le scogliere del parco naturale di Porto Selvaggio, il sito Unesco di Otranto, l’area dei dolmen e menhir, la frizzante e pittoresca Gallipoli, Brindisi (la porta d’oriente), Mesagne (castello svevo).